Come fare l’olio al peperoncino

Come fare l’olio al peperoncino

Uno dei piaceri dell’olio è che può essere aromatizzato in mille modi diversi, per dare ai piatti delle sfaccettature sempre nuove. Il processo di aromatizzazione è piuttosto semplice e veloce e non richiede doti tecniche da chef.

Il grande vantaggio è che puoi scegliere tu stesso con quali ingredienti dargli sapore, così come l’intensità per renderlo più o meno leggero. Una delle ricette più cercate da chi vuole cimentarsi con l’olio fatto in casa è l’olio al peperoncino. Qui vedremo un procedimento facile adatto a tutti.

Olio al peperoncino: il procedimento

La varietà di peperoncino che usi influirà anche sul sapore del tuo olio. Un peperoncino rosso tailandese essiccato avrà una piccantezza acuta, mentre un peperoncino Ancho sarà piccante con un pizzico di affumicato. Decidi quale sapore stai cercando quando selezioni il peperoncino.

L’olio che usi per conservarli avrà un impatto simile. Il consiglio è di usare un olio neutro come l’olio di oliva affinché possa essere utilizzato per la maggior parte dei piatti.

Questi sono i passaggi per preparare l’olio al peperoncino utilizzando i peperoncini freschi:

  • Prendi una manciata di peperoncini piccanti freschi e fai un lungo taglio longitudinale su ciascuno di essi. Non esiste una quantità giusta o sbagliata: tutto dipende dall’intensità che vuoi darli.
  • Poni i peperoncini in un barattolo di vetro o in una bottiglia.
  • Se lo desideri, aggiungi una foglia di alloro, uno spicchio d’aglio o un rametto di rosmarino fresco. Puoi aromatizzarlo con qualsiasi spezia o erba aromatica.
  • Ricopri interamente con olio d’oliva.
  • Chiudi il barattolo e mettilo da parte in frigorifero per uno o due mesi prima di utilizzarlo.

Altre ricette aggiungono diversi ingredienti per arricchirlo, tra cui: rosmarino essiccato, semi di coriandolo, semi di senape, timo essiccato, origano essiccato, bacche di ginepro, pepe in grani, maggiorana essiccata e salvia essiccata. Mescola e abbina, sperimenta e crea la tua ricetta preferita per un condimento delizioso.

Più i peperoncini sono macinati finemente, più intenso sarà il colore dell’olio. Se vuoi accentuarne il colore, basta sostituire un po’ di peperoncino tritato con pepe di Caienna macinato o paprika piccante.

Come conservare l’olio al peperoncino?

Una volta che l’olio si è infuso con i peperoncini freschi e le erbe aromatiche, continua a conservarlo in frigorifero. Se vuoi accelerare il processo di aromatizzazione, puoi preventivamente scaldare l’olio sui fornelli oppure porre il barattolo in microonde per scaldarlo. Attenzione però alla temperatura: i peperoncini devono rilasciare il loro sapore più velocemente, non bruciare.

L’olio al peperoncino si manterrà a temperatura ambiente per due o tre mesi se il barattolo che hai usato è stato adeguatamente sterilizzato prima dell’uso. Si conserva in frigo fino a sei mesi. Se non hai usato un barattolo sterile, un contenitore ermetico e il frigorifero sono le migliori opzioni per la conservazione.

Articoli Correlati

Come scegliere il pavimento del bagno

Come scegliere il pavimento del bagno

Come far sembrare costoso un ufficio economico

Come far sembrare costoso un ufficio economico

Come realizzare un ufficio ergonomico

Come realizzare un ufficio ergonomico

Come scegliere il dentista più adatto alle proprie esigenze? Ecco alcuni consigli utili

Come scegliere il dentista più adatto alle proprie esigenze? Ecco alcuni consigli utili

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *