Come smettere di fumare

Come smettere di fumare

Smettere di fumare richiede un grande sforzo, perché la nicotina è un prodotto che, in più del 50% dei casi, determina una dipendenza fisica e psicologica molto forte. Quando la persona dipendente smette di fumare, andrà incontro ai sintomi dell’astinenza, che variano per natura e durata.

Durante le prime quattro settimane, questi sintomi sono principalmente irritabilità (anche aggressività), tristezza (anche lieve depressione), irrequietezza e difficoltà di concentrazione. Poi, di solito più di dieci settimane dopo aver smesso, l’appetito aumenta e la voglia di fumare a volte è molto intensa.

Fare diversi tentativi per smettere di fumare non è un segno di debolezza. Al contrario, mostra un desiderio sincero, che alla fine avrà successo. Le ragioni che inducono i fumatori a smettere sono molto diverse. I più citati sono il desiderio di dare l’esempio ai propri figli, il prezzo delle sigarette, le conseguenze del fumo sui non fumatori (in particolare la famiglia) e le conseguenze del tabacco sulla salute del fumatore.

Come rinunciare alle sigarette?

Non esiste un metodo per smettere di fumare adatto a tutti. Ognuno, a seconda del proprio grado di dipendenza e delle proprie ragioni che lo inducono a fumare, deve trovare il proprio metodo. Tuttavia, ecco alcuni suggerimenti per aiutarti a smettere di fumare.

  • Ridurre gradualmente il numero di sigarette. Per aiutarti, porta nel pacchetto soltanto il numero di sigarette che hai deciso di fumare durante la giornata. Cerca di fumarle solo a metà prima di spegnerle.
  • Decidi una data entro cui vuoi smettere. Annuncialo a chi ti sta intorno e quando arriva il giorno spegni l’ultima sigaretta.
  • Aspettati di essere irritabile e nervoso per alcuni giorni mentre la dipendenza fisica si attenua. La dipendenza psicologica impiega molto più tempo a scomparire, a volte mesi o anni.
  • Confina la sigaretta. A casa, riduci gradualmente il numero di stanze in cui ti permetti di fumare.
  • Incarica un amico non fumatore di incoraggiarti e sostenerti nel tuo percorso. Coloro che utilizzano questo metodo avrebbero il doppio delle probabilità di non riprendere a fumare entro un anno.
  • Metti da parte i soldi risparmiati, per farti un regalo.
  • Fai sport. Lo sport manterrà il tabacco fuori dalla tua mente e ridurrà la tendenza ad aumentare di peso che spesso segue lo smettere.
  • Pianifica la tua giornata in modo da evitare i momenti in cui sarai più tentato di accendere una sigaretta. Se il caffè dopo un pasto è necessariamente accompagnato da una sigaretta, fai qualcos’altro, oppure vai a bere il tuo caffè in un luogo per non fumatori.
  • Tieni le dita occupate, soprattutto durante i primi giorni di riposo. Gioca con penne, dispositivi antistress, ecc.. Ma evita di occupare le mani con stuzzichini! Per smettere di fumare senza ingrassare, ricorda che non è smettere di fumare che fa ingrassare, ma i cibi che mangi per resistere alla tentazione.
  • Evita di bere alcolici. Questo è il modo migliore per minare la tua forza di volontà.

Il tuo miglior alleato per smettere di fumare è il tuo medico di base. Gli studi hanno dimostrato che il suo sostegno raddoppia le probabilità di successo. Eppure l’85% dei fumatori che cercano di smettere lo fa senza alcun aiuto esterno. Si privano così di un sostegno efficace. Il medico di base, infatti, è spesso indispensabile per rafforzare la sua motivazione. Inoltre, può offrire un supporto terapeutico (sostituti della nicotina, ad esempio) e può essere decisivo nella prevenzione delle ricadute.

Articoli Correlati

Quali veicoli si possono rottamare

Quali veicoli si possono rottamare

Quali denti fanno più male?

Quali denti fanno più male?

Come scegliere il pavimento del bagno

Come scegliere il pavimento del bagno

Come far sembrare costoso un ufficio economico

Come far sembrare costoso un ufficio economico