Cos’è il remarketing?

Cos’è il remarketing?

Lo sapevi che il 97% delle persone che visitano il tuo sito per la prima volta lo abbandonano senza acquistare nulla?

Ma non tutte le persone che hanno visitato il tuo sito scompaiono perché disinteressate a ciò che offri. Forse si stanno prendendo del tempo per pensarci, non sono sicure se vogliono spendere quei soldi o hanno esaurito il tempo per fare acquisti.

Il remarketing ti consente di raggiungere questi visitatori passati, offrire loro un incentivo mirato e, si spera, convertirli in clienti.

Come funziona il remarketing?

Quando una persona visita il tuo sito, mostra interesse per il tuo prodotto o servizio. Il remarketing ricorda loro ciò di cui hanno già bisogno o desiderano. Con il remarketing (noto anche come retargeting) puoi offrire annunci mirati alle persone che hanno già visitato o intrapreso un’azione sul tuo sito web.

In termini tecnici, il remarketing è il processo di utilizzo di un tag javascript (noto come pixel) che permette di inserire un cookie nel browser dell’utente. Il cookie informa quindi una piattaforma di remarketing per offrire annunci display specifici attraverso uno scambio di annunci, in base alle pagine o ai prodotti con cui l’utente ha interagito o cercato sul tuo sito web o app.

Il remarketing può essere utilizzato per promuovere un prodotto o un’offerta specifici o per raggiungere un determinato obiettivo di conversione come la generazione di lead. Nell’eCommerce, ad esempio, gli annunci di remarketing possono essere utilizzati per ridurre l’abbandono del carrello, dando visibilità al prodotto che l’utente ha aggiunto al carrello ma ha lasciato senza acquistare.

Vantaggi del remarketing

I vantaggi del remarketing sono innumerevoli per le sponsorizzate aziendali. Inoltre, rispetto ai tradizionali annunci a pagamento, gli annunci di remarketing di Google costano molto meno per raggiungere lo stesso pubblico, con un PPC decisamente più basso, e possono essere molto convenienti per gli inserzionisti online.

Guida gli utenti nel processo di conversione

Il remarketing non solo ricorda ai visitatori il loro desiderio di interagire con il tuo marchio, ma può facilitare il passaggio alla fase successiva, quella dell’acquisto. Se un utente ha lasciato una pagina del prodotto, ad esempio, l’annuncio di remarketing può essere presentato immediatamente su una piattaforma social, riportando l’utente alla pagina del prodotto dove può essere incentivato ad aggiungerlo al carrello.

Annunci sempre più rilevanti

Gli annunci di remarketing possono personalizzati per adattarsi alle preferenze e alle esigenze di ciascun utente specifico. Questo può essere fatto attraverso l’uso di annunci dinamici, che adattano automaticamente i contenuti e le promozioni in modo specifico a ciascun utente.

Migliora la pertinenza degli annunci

Il motivo per cui il remarketing funziona così bene è che offre ai professionisti la possibilità di pubblicare annunci in base alle azioni precedenti. Ad esempio, se un visitatore arriva su una pagina di un prodotto specifico, un annuncio di remarketing di quel prodotto specifico può essere visualizzato sul Web a quel potenziale cliente. Allo stesso modo, utilizzando la segmentazione del target, è possibile visualizzare un messaggio appropriato per un visitatore Web anziché un messaggio pubblicitario generico. Puoi fare appello agli interessi di un visitatore.

Se eseguito correttamente, il remarketing ti consente di seguire con gusto il tuo pubblico e creare punti di contatto preziosi per trasformare i lead in clienti.

Articoli Correlati

Come funziona Google Ads?

Come funziona Google Ads?

Pay per click: cos’è e come funziona

Pay per click: cos’è e come funziona

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *