Presse piegatrici: quali tipologie esistono in commercio

Presse piegatrici: quali tipologie esistono in commercio

Una pressa piegatrice è una macchina utilizzata in ambienti industriali per realizzare piegature ripetibili, precise e affidabili sulle lamiere. Sono in genere classificate in base al tonnellaggio, che ne indica la potenza, e alla lunghezza del telaio.

Possono essere dotate di vari tipi di punzoni e matrici per il controllo della piega della lamiera. I modelli moderni sono dotati di un registro posteriore automatizzato che aiuta a posizionare e trattenere il foglio, aumentando notevolmente la ripetibilità. Possono esercitare sul materiale centinaia o addirittura migliaia di tonnellate di forza, motivo per cui sono ampiamente utilizzate per lavorare enormi lastre di acciaio o effettuare applicazioni di piegatura pesanti.

Le presse piegatrici possono produrre sia pezzi piccoli che pezzi molto lunghi con attrezzi minimi. Sono utili sia nelle piccole che nelle medie produzioni.

Mentre il funzionamento principale di tutte le presse piegatrici è lo stesso, il meccanismo utilizzato per esercitare la forza sul pistone che forma il pezzo sarà diverso. In base alla forza utilizzata durante il processo di piegatura, la pressa piegatrice avrà un nome diverso.

Pressa meccanica

In una pressa meccanica, l’energia convogliata da un sistema biella manovella ad un motore elettrico. La frizione innesta il volano per alimentare un meccanismo a manovella che sposta il pistone verticalmente. Precisione e velocità sono due vantaggi della pressa meccanica.

Fino agli anni ’50 le presse meccaniche hanno dominato il mercato mondiale. L’avvento della tecnologia idraulica e i controlli automatizzati del computer hanno portato le macchine idrauliche ad essere le più popolari.

Pressa idraulica

Uno dei tipi più comuni di presse piegatrici è quello idraulico che, se abbinato a un controllo CNC, è noto per ridurre i tempi di impostazione del lavoro e aumentare notevolmente l’efficienza. Le presse piegatrici idrauliche CNC possono essere disponibili in un’ampia varietà di tonnellaggi e dimensioni.

Le presse idrauliche producono prodotti accurati di alta qualità, sono affidabili, consumano poca energia e sono più sicuri perché, a differenza delle presse meccaniche, il movimento del pistone può essere facilmente arrestato in qualsiasi momento in risposta a un dispositivo di sicurezza, ad esempio una barriera fotoelettrica o altro dispositivo di rilevamento di movimento.

Le presse idrauliche funzionano tramite due cilindri idraulici sincronizzati sui telai a C che muovono la trave superiore. Esistono molte varietà di presse idrauliche per eseguire lavori diversi e la forza esercitata dagli stampi può essere variata.

Le velocità di funzionamento sono normalmente inferiori a quelle delle presse meccaniche. Per i progetti che richiedono più forza (come pezzi più spessi) le presse idrauliche sono la soluzione migliore. Di solito sono anche più sicure da usare e possono essere altamente programmabili.

Presse pneumatiche e servoelettriche

Le presse pneumatiche utilizzano la pressione dell’aria per condensare il tonnellaggio sul pistone mentre, quelle servoelettriche, sfruttano un servomotore per azionare una vite a ricircolo di sfere o una trasmissione a cinghia per esercitare il tonnellaggio sul pistone.

Le macchine pneumatiche e servoelettriche sono tipicamente utilizzate in applicazioni di tonnellaggio inferiore.

Le presse piegatrici sono ampiamente utilizzate nei settori dell’energia, dei trasporti, dell’automotive, dei macchinari professionali, della metallurgia, della cantieristica navale, dell’aviazione, delle macchine agricole, delle macchine petrolifere e nelle industrie di produzione di energia.

Articoli Correlati

Tritarifiuti: dai Flintstones agli elettrodomestici di oggi

Tritarifiuti: dai Flintstones agli elettrodomestici di oggi

Come scegliere il giusto condizionatore per stare freschi senza sprecare soldi

Come scegliere il giusto condizionatore per stare freschi senza sprecare soldi

Tecnologia 5g: tutto quello che c’è da sapere

Tecnologia 5g: tutto quello che c’è da sapere

Cos’è il Polipropilene? Ecco perché ha avuto così successo nell’industria della plastica

Cos’è il Polipropilene? Ecco perché ha avuto così successo nell’industria della plastica

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *